image-text
I primi giorni dell’anno sono un buon momento per fare un po’ di lavoro su noi stessi.
Sono importanti naturalmente obiettivi numerici, dati, fatturato, vendite, tutte cose basilari.

Ma il commerciale è innanzitutto un professionista solitario, che deve ricercare da solo (e spesso dentro di sé) motivazioni, metodi e funzionalità per la pianificazione.
Ecco dieci domande che io uso per analizzare l’anno appena finito e, sulla base delle esperienze avute, pianificare il prossimo anno.
Magari possono esserti utili.
Cosa ho fatto bene quest’anno? Se hai raggiunto i tuoi obiettivi , è intelligente dare un’occhiata a come li hai raggiunti. Se non hai raggiunto i tuoi obiettivi, di quale risultato o parte di risultato sei comunque orgoglioso? Forse è stato il tuo impegno. Forse è stato un risultato minore delle aspettative ma difficile da raggiungere. È impossibile non aver fatto nulla di interessante in un anno. Il tuo bilancio avrà debiti e crediti, devi imparare a vederli entrambi.

In quale area sono andato male? Hai mancato qualche obiettivo o step. Non sei riuscito a migliorare le tue performance o forse hai dato meno di quello di cui sei capace. Far finta di niente, non fare il punto su un lavoro fatto in maniera scadente non porta a miglioramenti futuri; riconoscere le scarse prestazioni è il punto di partenza per risultati migliori in futuro.

Qual è stata la causa principale delle mie scarse prestazioni?  Bisogna essere onesti fino quasi ad essere brutali con sé stessi sul perché le cose non hanno funzionato in alcune aree. Non cercare responsabilità esterne qui. Cerca invece di assumerti la piena responsabilità delle eventuali scarse prestazioni; se prendi responsabilità dei tuoi atti allora sei sulla buona strada per migliorarli dove serve.

Come posso migliorare in quest’area?  E’ stata mancanza di abilità oppure una mancanza di volontà ? Mancavano conoscenza e preparazione o la causa era la mancanza di autodisciplina? Se si vuole ottenere di fare meglio, è necessario avere una visione “reale” sulla causa del fallimento in modo da poterla affrontare e superare. Hai bisogno di un piano e di un impegno per fare meglio!

Che cosa ho imparato quest’anno che mi aiuterà a migliorare il prossimo anno? La maggior parte dei venditori non fa una “contabilità” di ciò che ha imparato durante l’anno, anche se il lavoro quotidiano non fa altro che darci continuamente lezioni. Quali lezioni hai scoperto che puoi applicare al tuo futuro per produrre risultati migliori?

In quale area devo migliorare le mie conoscenze e competenze per raggiungere i risultati che voglio ? Se stai cercando di anno in anno di produrre risultati sempre più grandi, avrai bisogno di un piano per crescere continuamente . Devi diventare il tipo di persona che produce i risultati desiderati per te stesso e per la tua gente. Qual è il tuo piano per migliorare? Di quale nuova competenza hai bisogno? Di quali nuove “skills” hai bisogno? Di quali nuove abilità o conoscenze hai bisogno?

Di cosa ho bisogno di diverso l’anno prossimo? La differenza tra i risultati del prossimo anno e quelli di quest’anno sarà composta dai cambiamenti che sei disposto a fare. Se apporti cambiamenti positivi (l’idea alla base di questa autovalutazione che io faccio ogni inizio anno), otterrai risultati migliori. Se apporti modifiche negative (qualcosa che stiamo cercando di evitare…), i tuoi risultati peggioreranno. Se non ti prendi il tempo di scrivere ciò che stai per cambiare e perché, probabilmente lo ripeterai uguale l’anno prossimo con gli stessi risultati.

Cosa devo eliminare per ottenere risultati migliori? Forse hai bisogno di eliminare un atteggiamento pessimista . Forse hai bisogno di eliminare la mancanza di sonno. Potrebbe essere necessario eliminare l’abitudine distruttiva di aprire la posta elettronica come prima cosa al mattino e rinunciare alla possibilità di svolgere un lavoro “attivante”. Prova a guardare nella tua routine quotidiana se tutto ha dato i risultati sperati e non farti timore di cambiare qualcosa.

Quali relazioni ho bisogno di costruire e migliorare? Trascorriamo molto tempo a pianificare cosa fare e quando e come farlo.  Ma “cosa” non è importante come “chi?”  Se cerchi un perché, dall’altra parte, troverai sempre un “chi?”  Fai un elenco delle tue relazioni, a partire dai più importanti e funzionanti discesa. Le relazioni hanno un prezzo, non è economico ma richiedono tempo ed energia. Inizia l’anno sapendo dove devi fare investimenti.

Che contributo voglio dare? Come farai a fare la differenza? Che cosa hai intenzione di fare che servirà gli altri? A quale causa tieni abbastanza per dare il tuo tempo, la tua energia e il tuo denaro? Se vuoi il modo migliore e più veloce per assicurarti di realizzare qualcosa che valga la pena nel prossimo anno, inizia a fare qualcosa per qualcuno che non potrà mai ripagarti  e senza aspettarti di ottenere qualcosa di diverso dal sapere che hai fatto la differenza.

Fai un buon lavoro.

You might also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *