image-text

“Sì signor Baiguini, il percorso proposto è interessante, ne parleremo però a settembre….”

“Guardi non ci sono problemi a fissarle un appuntamento, certamente la formazione è uno spunto di cui chiacchierare. Ci sentiamo per la seconda di settembre?”

Ormai da un paio di settimane io e i miei colleghi sentiamo solo queste risposte; le aziende rispondono al telefono ma la loro capacità decisionale e la loro propositività commerciale sono pari a quelle di un ghiro in letargo: zero!

E’ estate, evviva!!! La grande mannaia delle nostre attività è arrivata!

Avevamo già colto le prime avvisaglie all’inizio di luglio; improvvisamente le mail in arrivo, solitamente pari a una ventina al giorno, hanno cominciato a diradarsi, 15 poi 12, poi dieci. Oggi capita perfino di aprire la casella di posta e trovare la scritta “nessun messaggio nuovo”. Incredibile!

Poi i segnali sono continuati con le richieste di spostamento dei corsi: “interessante il percorso sulla menzogna in fase di trattativa ma…… non lo avete in programma anche per settembre ottobre??”

Le visite a questo blog si sono fatte scarne scarne, un centinaio di persone al giorno, uno sguardo fugace alle novità e via.

Addirittura il servizio di consulenza-omaggio per i nostri lettori, che proposto nello scorso febbraio ci ha portato 346 richieste per 10 consulente omaggio, ha stentato a piazzare i servizi proposti, sentendosi ancora una volta chiedere via mail “vorrei prenotare la vostra assistenza on line gratuita, ma vorrei utilizzarla a settembre…”

Vabbè non capisco, ma probabilmente è colpa mia.

Voglio dire, innanzitutto sospendere ogni attività inessenziale per due mesi (anzi, due mesi e un po’, la prima settimana di settembre finisce nel calderone)  non mi sembra la risposta corretta alla tanto conclamata crisi.

In secondo luogo le attività non direttamente produttive (e la formazione è una di queste) vanno pianificate e realizzate proprio quando la spinta delle attività primarie rallenta per motivi di mercato; voglio dire, una fabbrica di panettoni non credo proprio che possa fare la formazione del personale tra ottobre e dicembre, forse meglio se la fa a giugno e luglio. Stessa cosa per la formazione di tutte quelle reti commerciali che da settembre a dicembre saranno chiamate all’enorme sforzo di far quadrare i budget e piani commerciali: per arrivare a settembre carichi, pronti e preparati cosa c’è di meglio di affrontare percorsi di crescita e di formazione durante l’estate?

Niente, non funziona.

Va bene, non sta a me e a noi di MBKM cambiare questa atavica abitudine italica, e comunque anche farne dell’ironia non serve a cambiare le cose.

Quindi ci adeguiamo anche noi e …….. BUONE FERIE A TUTTI!!! NOI SI CHIUDE PER UN PO’

Dai, in fondo, vorrete darci un po’ di tregua, no?

Ma prima di chiudere per ferie il nostro negozio artigiano della formazione ci teniamo a lasciarvi gli ultimi  spunti, i consigli estivi per una auto-formazione che vi faccia arrivare a settembre pronti, carichi e…… ben disposti a partecipare ai nostri corsi.

LETTURE

Vanno bene pressochè tutte le riviste di gossip, di sport e buona parte delle riviste femminili non troppo impegnate. Se volete fare i fighi sotto l’ombrellone e magari trovare uno spunto innovativo per la vostra ripresa lavorativa noi vi consigliamo tre testi:

“Perchè mentiamo con gli occhi e ci vergogniamo con i piedi” di Allan & Barbara Pease .  E’ un divertente e interessante saggio sul linguaggio non-verbale: potrete comprendere meglio i vostri clienti, il vostro capo o semplicemente la vostra dolce metà. Si legge facile e fa fare anche qualche sano sorriso

“Le armi della persuasione” di Robert Cialdini. Un superclassicone sulla comunicazione persuasiva. Forse un po’ meno facile da affrontare del testo precedente, ma se proprio non vi va giù di leggerlo sul lettino del mare, tenendolo in borsa farete comunque la figura dei super consulenti super fighi.

“L’arte della strategia” di Avinash K. Dixit e Barry J. Nalebuff . Un saggio approfondito e funzionale sulla teoria dei giochi applicata al mondo del lavoro o comunque della comunicazione quotidiana. Testo gradevole e utile, ben diviso in paragrafi di poche pagine che si prestano a una scorsa tra un bagno e ghiacciolo. L’effetto intellettuale tenendolo anche solo sul lettino senza leggerlo è comunque garantito, quindi a qualcosa serve….

FILMOGRAFIA

La ricerca di spunti formativi tramite parti di film è una delle novità di questi ultimi anni. Difficile trovare un film intero che possa richiamare arti comunicative o di vendita, la storia nel suo insieme ci distrae dal messaggio. Alcuni film però sono sempre divertenti e un concentrato espresso di informazioni.

“Hitch – lui sì che capisce le donne” – comunicazione allo stato puro. Will Smith, nei panni di un fascinosissimo dottor rimorchio non fa altro che insegnare comunicazione persuasiva ai propri clienti. Se il film vi annoia o non riuscite a prendere appunti sulle tecniche di linguaggio, comunque Eva Mendes (per i maschietti) e Will Smith (per le femminucce) sono sempre un bel vedere……

“Cadillac Man” non vorrete mai più essere un venditore diverso da Robin Williams. Imperfetto, casinaro, ai limiti del disonesto, sicuramente non etico ma funzionale e simpatico al 101%. Una canaglia che si riguarda sempre con divertimento

“Americani” ecco, questo guardatelo quando vi sentite l’ultima ruota del carro: c’è sempre chi sta peggio. La vita del venditore vista nelle sue pieghe e difficoltà più dure. Da evitare nei giorni di pioggia, di depressione da fine vacanze ed in generale da non guardare col proprio capo. potrebbero venirgli strane idee….

CONSIGLI GENERALI

Non vogliamo fare le vecchie suocere insegnandovi cosa fare del vostro tempo libero, ma due consigli mi sento di passarveli, anche se naturalmente siete liberi di ignorarli:

fate un po’ di movimento. Trattenere il fiato per farsi osservare dall’amica diciottenne di vostra figlia non è contemplato come movimento. Fate due passi, sulla battigia o su un sentiero di montagna o di collina. Noleggiate una bicicletta con i vostri ragazzi, fate due pedalate, lasciate ferma la macchina e andate alla spiaggia a piedi anche se dovete fare ben 800 metri… potrebbe piacervi! Non dovete diventare atleti, ma vi accorgerete che un cuore che batte un po’ più forte elimina molte più scorie mentali e molto più velocemente.

programmate una I-disintossicazione. Provate, sembra una stupidata ma vi giuro che è utile. Cominciate con un’ora al giorno, magari a fine vacanze potrete provare con interi pomeriggi. Spegnete cellulari, smartphone, tablet, pc e tutto quanto vi tenga connessi col mondo virtuale. Guardate le onde che si frangono sulla battigia o i fili d’erba di collina piegati dal vento. Resistete alla tentazione di scattare un foto, di buttarla su Instagram, di aggiornare il vostro stato di facebook . Lasciatevi sconnessi. Un’ora al giorno. Vi sembrerà all’inizio una difficoltà pazzesca , ma alla fine sarete veramente più riposati.

Nient’altro, in fondo fate quello che volete è la vostra estate e i consigli sono fatti per non essere seguiti.

Noi vi aspettiamo dopo ferragosto con molte, moltissime novità: ci saranno pillole formative gratuite, corsi finanziati, aule virtuali on-line e un nuovo, divertente, canale periscope per la formazione.

Intanto buone, buonissime lunghe, meritate ferie a tutti voi.

You might also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo_white_mini

MBKM di Maurizio Baiguini ® 

Privacy Policy

info@mbkm.net
+39 366 373 7483

NEWSLETTER

Ricevi gratuitamente consigli e pillole per migliorare la tua efficenza commerciale.

Copyright © 2019. All Rights Reserved. Proudly powered by Crowd Plus SRL.