image-text

Sì, lo so, tanti auguri, buone feste e buon Natale sono tra le cose più banali e scontate da dire in questi giorni.

Ma gli auguri ci tengo a farveli, mi piace immaginare ognuno di voi come me indaffarato, diviso a metà tra lavori da finire, progetti da iniziare, famiglie da seguire, regali da fare.

Quindi tanti auguri a te, venditore-sotto-stress: lo so, lo so, tu rendi al massimo solo vicino alle scadenze, il fiato sul collo ti aiuta a sviluppare al meglio le tue caratteristiche e stai correndo come un forsennato per chiudere il tuo budget nei tempi giusti; ma santi numi siamo già al 18 dicembre e tu devi fare ancora il 20% del piano annuale, non ti sembra di essere finito un po’ troppo sotto pressione? Certo, certo, hai nel taschino quel cliente che  durante una vacanza al villaggio turistico di Loano ti ha promesso un acquisto strabiliante, ma insomma, fidarsi è bene e non fidarsi è…. In bocca al lupo, venditore sotto stress, spero che Babbo Natale ti porti un po’ di capacità di programmazione e organizzazione.

Auguri anche a te, venditore-geometra. Tu il tuo budget lo hai finito con tranquillità il 30 novembre, calcolando perfettamente piano mensili e trimestrali, applicando le migliori modalità di utilizzo del ciclo di Deming e intervenendo con micro modifiche al tuo lavorato settimanale. Il tuo mese di dicembre è stato dedicato a pianificare il 2016 (potrei sbagliarmi ma hai già un’agenda completa fino almeno al 15 febbraio, no?) a mandare gli auguri o i pensieri ai tuoi clienti (un cesto con lo champagne a quello del maxi-ordine milionario, un sms personalizzato a quello che ha comprato solo un oggettino insulso da 4 euro). Lo ammetto, tutto in te funziona, ma vendere è anche mettere la fantasia al servizio del lavoro, dai, lasciati un po’ andare, non dico di presentarti al lavoro in bermuda, ma ricordati che anche se il cliente con cui hai appuntamento alle 15.38 ti vede arrivare alle 15.30 o alle 15.40 non per questo è una vendita persa…. Chiedi a Babbo Natale un po’ di sana improvvisazione, vedrai che il cliente è valido anche se non riesci a incasellare le sue risposte in un questionario di assessment.

Auguri a tutti i venditori entusiasti! Siete la linfa e il motore di questo lavoro. Il vostro anno è andato da schifo, l’azienda per cui collocavate prodotti ha chiuso, o ha deciso che si passava dai rubinetti alle pasticche per la tosse, i vostri fatturati coprono a malapena le spese e i vostri clienti si approfittano di voi spuntandovi condizioni di pagamento a 3.000.000 di gorni con sconto 40% ma voi continuate a sorridere, a progettare per l’anno nuovo, a cercare mandanti, a innamorarvi tutti i giorni della semplice azione di proporre qualcosa a qualcuno che potrebbe veramente averne bisogno. E’ grazie a voi che il mondo della vendita ha ancora un lato buono e per questo Babbo Natale vi premierà con tanti doni: uno su tutti spero che sia un po’ di sano cinismo ed un pizzico di cattiveria. Non troppo, ma quel tanto che basta per rendere sapida anche la più dolce delle torte.

Auguri anche a tutti i venditori delusi ( e in questi anni di crisi solo il cielo sa quanti siete…): ogni vendita un mugugno, ogni obiezione una palpitazione, mettersi la cravatta è diventato motivante come stringersi da soli la garrota; lo so, sono momenti così, se una cosa può andar male, come ci diceva il buon vecchio Murphy, lo farà. Eppure non ci state mollando, siete sempre sul pezzo, con il vostro volto un po’ scavato ed i pensieri sempre grigi come un cielo padano a novembre accompagnate con il vostro pessimismo i classici quattro incontri al giorno ed alla fine la vostra tenacia vi premia. Sotto il vostro albero spero possiate trovare un po’ di sicurezza, un  sorriso che parta veramente dal cuore e magari un nuovo strumento lavorativo che vi permetta di affrontare il futuro a cuor leggero.

Auguri a tutti i venditori  che questo lavoro da schifo non lo volevano fare, ma il destino, il mondo del lavoro, la famiglia o le opportunità hanno scelto per loro. Coraggio, l’inferno non è mai così brutto come lo si dipinge ed anche il mondo dei venditori può essere apprezzabile e portatore di soddisfazione: cercate di scegliervi i compagni di strada giusti, siano essi aziende mandatarie, colleghi di lavoro, consulenti o formatori e non fatevi succhiare energie dai negativisti di professione; il vostro pacco dono potrebbe contenere un lavoro di vendita fatto  come lo sognate voi, con tanta libertà, che vada a premiare la vostra capacità e non cariche le nostre coronarie di stress. Esiste, ve lo giuro, non smettete di cercarlo.

Auguri a Francesco, Luca e  Luciano ed anche a Lorenzo. lavorare con me non è facile, figuriamoci sopportarmi. Sono i colleghi che hanno fatto grandicello questo blog, questo sito e questa squadra di lavoro: da loro ho imparato molto ed ho dato poco più del giusto, sono stati loro il mio regalo di Natale 2015.

Ma soprattutto grazie a voi, a tutti voi. Questo blog è iniziato un po’ per scherzo, per leggerci e farci leggere tra di noi e oggi è diventato una bella realtà: oltre diecimila visitatori nel 2015, 70.000 pagine consultate, quasi duemila iscrizioni alla nostra newsletter, non potevamo davvero chiedere di più. La nostra community è diventata in breve tempo una bella comunità, dove le idee circolano, le critiche costruiscono e lo scambio di opinioni funziona. Grazie davvero, abbiamo passato con voi un bellissimo 2015.

Ma non finisce qui, naturalmente: siamo tutti al lavoro per un ricchissimo 2016; qualche piccolo aggiustamento verrà portato al blog ed anche al sito, che non riesce a valorizzare nel modo giusto i percorsi formativi che offriamo. Ci sarà più spazio per i commenti e per le richieste di affiancamento ed opinione, ci sarà una “palestra del venditore” dove i nostri amici potranno parlare tra di loro, consigliarsi, scambiarsi idee e azioni.

Ma prima di tutto, già prima di Natale, ci sarà un piccolo regalo per i nostri iscritti alla newsletter: un e-book interamente dedicato al magico mondo delle domande nella vendita; come farle, come ascoltare le risposte, come intervenire sulle obiezioni e sulle chiusure. 24 pagine per voi e in pratica progettate da voi, con le vostre richieste con i vostri consigli, con le vostre curiosità.

Riceverlo è facilissimo: è inserito nella nostra newsletter di dicembre, quindi non dovete far altro che iscrivervi ed in poco tempo riceverete il nostro giornale nella vostra casella di posta, con all’interno l’e-book “chi domanda comanda” da consultare o da scaricare, da stampare, usare e far funzionare.

Niente altro, possiamo chiudere qui il nostro meraviglioso 2015.

Vi aspettiamo il 7 gennaio con nuovi spunti, nuove idee, lo stesso scopo: vendere meglio, vendere di più, vendere con rispetto per sè stessi e per il cliente.

Buone feste!!




 

Vuoi ricevere anche tu la nostra newsletter mensile?

Ogni mese direttamente nella tua casella mail percorsi formativi in PPT, offerte speciali d’aula e altri contenuti esclusivi.

Dai, è facile, veloce e gratuito. E questo mese un regalo natalizio per i nostri iscritti: l’e-book “chi domanda comanda”

Iscriviti ora

Ricevi gratuitamente consigli e pillole per migliorare la tua efficenza commerciale.

 

You might also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo_white_mini

MBKM di Maurizio Baiguini ® 

Privacy Policy

info@mbkm.net
+39 366 373 7483

NEWSLETTER

Ricevi gratuitamente consigli e pillole per migliorare la tua efficenza commerciale.

Copyright © 2019. All Rights Reserved. Proudly powered by Crowd Plus SRL.